PROFESSIONE BLOGGER

Dopo un’attenta analisi del tempo trascorso a gestire le pagine di Malafemmena e tutti i suoi commenti, i contatti Msn, Gmail, le telefonate e i messaggi privati di Splinder, considerato il persistente stato disoccupazionale, le attività collaterali legate al blog, la frequentazione di lettori e di colleghi blogger, la conoscenza delle autorità che gestiscono questa e altre piattaforme e l’incontro con le celebrità della rete (nella speranza di poter aspirare anch’io ai privilegi a loro riservati), posso dichiarare ufficialmente di essere la prima

BLOGGER A TEMPO PIENO ITALIANA!

Non avendo avuto la fortuna di assurgere a blogstar, nonostante l’impegno e la buona volontà (leggasi chiappe), in modo da poter ottenere anche proposte di lavoro valide nel mondo reale, mi limito a chiedere, nelle veste di prima e unica blogger a tempo pieno professionista, la totale collaborazione dei miei superiori (gli uomini Splinder) affinché i miei strumenti di lavoro siano sempre efficienti e i miei clienti/lettori sempre tecnicamente soddisfatti.
Solleciterei inoltre le autorità italiane a permettermi di poter riportare sui miei documenti d’identità la dicitura "blogger" nello spazio riservato alla "professione".
Desidero inoltre creare un sindacato che difenda tutti i blogger dalle accuse degli anonimi, da trollaggi, dai flame e dai disservizi della rete, senza dimenticare la dura lotta affinché questo lavoro ottenga la sua dignità professionale e, possibilmente, uno stipendio.

In fede,

Dott.ssa Dania
Blogger professionista.
  

53 commenti su “PROFESSIONE BLOGGER”

  1. alle personalità del mondo letterario che hanno dato particolare lustro al nostro paese il presidente della repubblica può concedere un vitalizio, in vecchiaia.

    visto che i blog post entreranno a pieno diritto nella categoria “letteratura” e data l’età non più verdissima di Dania (nonostante le sue millanterie) proporrei una petizione a Napolitano.

    che dite?

    hannibal

  2. Cribbio! E’ una questione che va presa di petto! E da questo punto di vista la Dottoressa non ha ancora bisogno della petizione al presidente.

  3. ho sempre pensato di essere io una blogger a tempo pieno ho aperto il mio 1 blog

    anni fa’su excite chiuso poi perche’non

    ci si collegava piu’passata a splinder,sausta delle continue

    pause di manutenzione e non potendo dire cio’che volevo

    perche’tampinata da sclerati sono passata

    a glog post cannocchiale e bloggers

    +vedi tu se vuoi

    ti nomino mia collega ma non pensare di essere la sola

    blogger a tempo pieno

    io sarei miliardaria se mi pagassero per ogni

    post che ho buttato in rete ciao

  4. Nessuno dice che tu sia anonima (non è la prima volta che commenti), ma essere una blogger a tempo pieno, come ben specificato nel post, non significa esclusivamente scrivere tanto, ma non avere altri impegni (studio-lavoro) e dedicare la maggior parte del tuo tempo alle attività collaterali: aperitivi con lettori, chattate con lettori, blograduni, telefonate con ammiratori/lettori, incontri letterari con blogstar (quelli che ce l’hanno fatta!) ecc….

  5. vediamo… secondo questa definizione io allora sono un segaiolo a tempo pieno!!

    hannibal

  6. oh adesso che ti dichiari blogger professionista a tempo pieno ci sta bene il pagamento! mi sembra giusto, non lo criticherò più. ma a questo punto fatti furba, chiudi il sito pubblico e fai pagare all’entrata!

  7. Per rimanere poi in quattro gatti?

    Apprezzo moltissimo i donatori (loro lo sanno), ma resto free per chi non vuole non può donare.

  8. Benissimo! Adesso che sei ufficialmente blogger a tempo pieno, che ne diresti di rinnovare il sito? L’hai promesso settimane fa e io sto ancora aspettando con ansia…

    moky

  9. “blogger” sulla C.I. mica te lo fanno scrivere. Un mio amico alle anagrafe si è sentito rispondere: “blo-che?troppo difficile, scriverò masturbatore professinista”.

    L’impiegato, come avrete capito, è intrippato con Antonioni.

  10. Buongiorno Dottoressa Dania,

    vuole per favore definire le attività necessarie implicitamente intese nella sua affermazione “affinché i miei strumenti di lavoro siano sempre efficienti”?

    Grazie per ogni eventuale chiarimento.

    Cordiali saluti e buon lavoro.

  11. RagazzoRosso: e saper usare la lingua (per parlare, per leccare…)

    #24: intendevo tenere pulita e in ordine la piattaforma :)

    Diavoletto73: hai preso le tue medicine stamattina ;)?

    pbeneforti : ho un ip. Nel mio lavoro è sufficiente.

    dirkgently1: il problema è che mi porto sfiga da sola.

    TrePerUno: vuoi che cominci a trattare male i miei lettori?

    Moky: la novità erano i video in streaming. Ce ne sono già 5 online, ma un video richiede lavoro e io sono allergica 😀

  12. se splinder sta vendendo dovremmo fare una società (con te presidente fancazzista naturalm) e comprarcelo. blogger a tempo pieno / ma con un pò di soldi almeno, sarebbe la nostra mission (e il nostro slogan)

  13. Magari anche il bancario mi guarda le scarpe e mi dice: se lei compra Sergio Rossi, vuol dire che i soldi non le mancano..

    E di nuovo polemica :)

  14. mmm…soldi pochi,almeno io, però tu potresti vendere la tua collezione di scarpe, mi pare di aver capito che potresti lanciarne svariate di opa

    poi al massimo faciamo delle elezioni per il sindaco di splinder, dovranno invitarci al tavolo delle trattative

  15. Ciao Dania, mi piace un sacco il tuo blog… senti ti posso linkare? Chiedo sempre prima di farlo perchè non so mai se faccio bene o no.

  16. eh, no che non vorrei che tu cominciassi a trattar male i tuoi ospiti, per niente… rimani così, calda e accogliente, ok?

    (Evaaai…)

  17. Proprio non riesci a trovare un lavoro vero,eh?Probabilmente sei la direttrice di alfemminile.com,dove delle femministe frustrate si forza l’un l’altra gridando al mondo di essere intelligenti e che non serve la figa per far carriera.Ma è quello che proponi tu per fare audience e qualke povero bavoso ti dona anche dei soldi nella speranza che tu apra le cosce probabilmente.No,non credo che ti darò un lavoro.

    L’unico modo che hai per far soldi non è legale.Ah,non sei intelligente,sia chiaro.Proprio no.Ironica?No,nemmeno.Sono poche le donne ironiche e non rientri fra queste.Trova un marito con tanti soldi.È un consiglio.Ah,questa “È” è un carattere ASCII,non è presente nella tastiera.E ogni tanto rifletti sul perchè del fallimento dlela tua vita.

    Buona giornata

  18. La mia vita non è affatto un fallimento. Non sono così fallita da andare nei blog di sconosciute a insultare anonimamente utilizzando un improbabile italiano.

    Se un giorno dovessi iniziare a farlo, sarei davvero alla frutta.

  19. utente anonimo … delle femministe frustrate si forza l’un l’altra Anche il plurale di sforzare è un carattere ascii ?

    Sentivamo la mancanza di un’altro anonimo (coglione) che deve per forza comunicare le sue opinioni ai lettori di questo blog.

    P.S.

    L’abbondante uso del tasto “Invio” è dovuto alla distrofia muscolare oppure, come credo, è solo un problema neurologico?

  20. non credo che ti darò un lavoro. Precisamente caro anonimo dov’è che Dania ti ha chiesto un lavoro?

    Pulire i cessi non penso sia l’ambizione di nessuna persona …

  21. mi piacerebbe far parte del tuo schieramento politico e sindacale.

    Mi piacerebbe sapere se la dieta sta portando i suoi frutti.

    a mio parere andresti bene anche grassottella

    tuttavia sappi che sono dalla tua parte – quella migliore si intende;-)

    In Fede

    Antonio Cane

I commenti sono chiusi.