hit parade

Una tiepida sera di marzo, per festeggiare il compleanno di un’amica, ti ritrovi sperduto tra le valli del Collio, nel profondo nordest, a 1 km dal confine con la Slovenia, in una frasca dalla cucina abbondante e rustica e fiumi di birra.
Se, a mezzanotte, tutti i 150 presenti, in piena fase digestiva, cominciassero a salire sui tavoli per ballare sfrenatamente Brigitte Bardot, Brigitte beijou, beijou, Ay ay caramba, tutti i successi degli Gipsy King, Grease, Il triangolo no di Renato Zero e chi più ne ha più ne metta, come reagiresti?

1. Controlleresti freneticamente il calendario del tuo cellulare per accertarti di non essere a Capodanno.
2. Cercheresti la più vicina uscita di sicurezza per scappare e tornare verso la civiltà.
3. Ti ubriacheresti fino a perdere i sensi, per farti raccontare dagli amici, il giorno dopo, la fine della serata.
4. Ti butteresti nella mischia, incurante della tua dignità, improvvisando nuovi passi acrobatici e piroette azzardate. In fondo, non ti conosce nessuno.

Io ho optato per la 4. 

71 commenti su “hit parade”

  1. Avrei optato anch’io sicuramente per la 4…anche se poi a volte capita di ritrovarsi nella 3, causa gli eccessi alcolici causati dal binomio festa-osmiza (o frasca come si voglia chiamarla)…

    Saloppis

  2. La cosa più difficile è, però, giustificare il giorno dopo il tuo comportamento.

    Cosa dici?

    -Ho ballato perché lo facevano tutti e non volevo passare per la cagona del gruppo.

    -Ero così ubriaca che non riconoscevo nemmeno la musica.

    -Cercavo di bruciare calorie per smaltire un po’ la cena pesantuccia.

    -Un demonio si era impossessato di me e non capivo cosa mi stava succedendo.

    – Non ho ballato, ho solo mosso un po’ i fianchi e dimenato le braccia in cerca di aiuto…

  3. ragazzi state trascurando quanto è meravigliosa l’opzione 3! In circostanze normali il fatto di ubriacarsi fino a perdere l’indirizzo di casa può farti provare un accenno di vuoto,un non so che di disagio il giorno dopo.. invece questa situazione è perfetta per tracannare l’impossibile e poi dire “ecco così mi sono immerso interamente nella serata! era la cosapiù giusta da fare!”

    hannibal

  4. Nel baillame generale hanno messo anche quella canzone della Carrà che dice:”Com’è bello far l’amore da Trieste in giù..”?

  5. Con la tessera del cec, circa 4 euro a film. Nelle multisala intorno ai 7.

    P.s. rispondiamo ai commenti dove sono stati fatti 😉 Così non incasiniamo la vita a nessuno 😀

  6. #35: la cosa spettacolare è che a mezzanotte si riempie di fighe da paura e di tamarri spaventosi…

    Misteri della natura umana.

  7. sono arrivato fino al commento n. 35 leggendo svogliatamente.

    Dopo aver letto il n. 36 mi è salito un impulso irrefrenabile di sapere dove caspita si trova quel posto.

    Per ora poche coordinate: sopra Trieste, presumibilmente in provincia di Udine, zona del Collio…

    mumble mumble…

    Memento: passare casualmente in zona e chiedere ai passanti dove si trova quel posto che a mezzanotte si riempie di fighe da paura…

  8. e il vino è buono Tre, altrimenti uno tutta la vita!

    Tra l’altro uscire da un locale in stato d’incoscienza è un ottimo modo per non pagare la propria quota di conto.

  9. Ma come, esce fuori così l’idea di un daniaraduno e nessuno la raccoglie? Orsù ragassuoli, non vorremo mica farci scappare ‘sta occasione? +1 per il Daniaraduno !

  10. io ero in contemporanea fuorizona a piancavallo e al “roncjade” non mancava nulla: ne’ in fatto di bacco che di venere ( per fortuna il tabacco è vietato)

    Peraltro le furlane sono proprio simpatiche.( sono le piste da sci che sono un pò deludenti: dalle mie parti si scia meglio!!!)

  11. uh- commento 44 ̬ di marinaio58 Рperaltro aderisco con entusiasmo al daniaraduno

  12. Concordo con te Dania, l’opzione 4 è la più indicata. Chi se ne frega, ormai sei lì, divertiti! 😀

    Ciauuu ^_^

  13. Siamo già in 4 per il Daniaraduno in Frasca. Dai su, che prenotiamo un tavolo da 20 (le altre fighe le rimediamo lì ;-))

  14. per facilitare a livello logistico i tuoi lettori devi fare il raduno in un posto facilmente raggiungibile da tutta Italia.

    Direi bologna !

I commenti sono chiusi.