Essere belli in modo assurdo

19 luglio 2009

photoshop

Dania si affida alle sapienti mani del Maestro.

Facebook Twitter More...



 

28 risposte a “Essere belli in modo assurdo”

  1. Pierpaolo scrive:

    La regione femorale dell’arto inferiore sembra accusare alcuni depositi di cellulite?

  2. Dania scrive:

    Per fortuna non ancora, ma se accadrà c’è photoshop!

  3. Gianka(rlo) scrive:

    A proposito di “non morire prima di morire”, qualcuno la pensava in maniera diversa (Boris Vian, Non vorrei crepare):

    Non vorrei crepare
    Prima di aver conosciuto
    I cani neri del Messico
    Che dormono senza sognare
    Le scimmie dal culo pelato
    Divoratrici di fiori tropicali
    I ragni d’argento
    Dal nido pieno di bolle
    Non vorrei crepare
    Senza sapere se la luna
    Dietro la faccia di vecchia moneta
    Abbia una parte puntuta
    Se il sole sia freddo
    Se le quattro stagioni
    Siano poi veramente quattro
    Senza aver tentato
    Di sfoggiare un vestito
    Lungo i grandi viali alberati
    Senza aver contemplato
    La bocca delle fogne
    Senza aver ficcato il cazzo
    In certi angoli bizzarri
    Non vorrei crepare
    Senza conoscere la lebbra
    O le sette malattie
    Che si prendono laggiù
    Il buono e il cattivo
    Non mi tormenterebbero
    Se sapessi
    Che ci sarà una prima volta
    E troverò pure
    Tutto ciò che conosco
    Tutto ciò che apprezzo
    E sono sicuro mi piace
    Il fondo verde del mare
    Dove ballano i filamenti delle alghe
    Sulla sabbia ondulata
    La terra bruciata di giugno
    La terra che si screpola
    L’odore delle conifere
    Ed i baci di colei
    Che mi fa stravedere
    La bella per essenza
    il mio orsacchiotto, l’Orsola
    Non vorrei crepare
    Prima di aver consumato
    La sua bocca con la mia bocca
    Il suo corpo con le mie mani
    Il resto con i miei occhi
    Non dico altro bisogna
    Restare umili
    Non vorrei crepare
    Prima che abbiano inventato
    Le rose eterne
    La giornata di due ore
    Il mare in montagna
    La montagna al mare
    La fine del dolore
    I giornali a colori
    La felicità dei ragazzi
    E tante cose ancora
    Che dormono nei crani
    Degli ingegneri geniali
    Dei giardinieri allegri
    Dei socievoli socialisti
    Di urbani urbanisti
    E di pensierosi pensatori
    Tante cose da vedere
    Da vedere e da sentire
    Tanto tempo da aspettare
    Da cercare nel nero

    E io vedo la fine
    Che brulica e che arriva
    Con la sua gola schifosa
    E che m’apre le braccia
    Da rana storpia

    Non vorrei crepare
    Nossignore nossignora
    Prima d’aver assaporato
    Il piacere che tormenta
    Il gusto più intenso
    Non vorrei crepare
    Prima di aver gustato
    Il sapore della morte…

  4. Federico scrive:

    E’ veramente una buona idea conoscere eventualmente anche l’architetto: avrei bisogno anch’io di una PhotoShoppata….

  5. rlindamente scrive:

    quei tacchi meravigliosi non hanno bisogno dell’architetto nè di photoshop…
    li vorrei anch’io

  6. Roberta scrive:

    Le scarpe sono molto belle; purtroppo il laccio alla caviglia rende le gambe (non dotate di un femore particolarmente “generoso”) più tozze di quello che sono.

    Roberta

  7. Dania scrive:

    I geek guardano i tool, i non geek guardano le gambe, i buongustai guardano le scarpe.

  8. lonejeps scrive:

    Per tutto il resto c’è mastercard…

  9. lindamente scrive:

    grazie Dania.

    ci sono cose per le quali una donna farebbe volentieri cambio con la mastercard (avercela…)…
    Una di queste sono le scarpe di Dania.
    Vuoi far cambio con un bancomat Unicredit?

  10. thefinalcut scrive:

    mmm ecco cosa fai col maestro… beh lui ha una bella posizione ginecologica…tutto pronto e disponibile…

  11. Federico scrive:

    Anche a me piacciono molto le scarpe, a patto che dentro ci siano dei bei piedi…

  12. frapre scrive:

    l’uselin dee la comaaree
    e un pò più sù dove volare

    …:))

    frapre

  13. Dania scrive:

    Foto di backstage

    Dania in rosso

  14. Dania scrive:

    Che dolce, ti sei sentita presa in causa tu? :) Quindi volevi davvero offendermi? Puoi fare di meglio, su.

    (Mi lusinga che tu mi segua anche su FF. Lo trovo molto stimolante).

  15. Dania scrive:

    (ma non ti firmavi Oblomov, prima?)

  16. Roberta scrive:

    Accidenti! E quanti siamo ad apprezzare solo, ed unicamente, le tue immense doti intellettuali?

    Roberta

  17. Dania scrive:

    Penso che esclusa te e mia madre, quasi nessuno.

  18. Falloppio scrive:

    io con photoshop ritocco pure la bellezza interiore.

  19. Optimus scrive:

    mah.. corto o lungo il femore, ma per me quelle gambe non sono niente male :) ! complimenti anche per le scarpe

  20. Dania scrive:

    Bisognerà trovare una borsa da abbinare.

  21. Anonimo scrive:

    cos’ha in mano l’architetto?

  22. cleverance scrive:

    FORSE DOVEVA GUARDARE UN PO’ PIU’ CENTRALE… SEMBRA CHE GUARDI LA SUOLA DELLE SCARPE PER VEDERE I GERMI DELL’INFLUENZA a…

  23. frapre scrive:

    l’uselin de la comareee…

    ancor più sù dovea volareeee…:))

    frapre

  24. lindamente scrive:

    Il femore è corto?
    Dell’argomento se ne occuperà questa sera Bruno Vespa in uno speciale in diretta.
    Pare che ci sia anche un modellino.
    E pare da indiscrezioni che olrte a Simona Izzo e Alba Parietti, non dovrebbe mancare la Franzoni e una terlefonata del premier.

    A noi donne non resta che andare a cercare tra i saldi un paio di scarpe rosse

  25. thefinalcut scrive:

    Marò ma quanti assatanati con tutto il ben di dio che si trova anche semplicemente affacciandosi al balcone…
    femore corto, lungo, tanto è tutto virtuale… hai voglia a pesar e misurar…

  26. Dania scrive:

    Al LID’L, questa settimana vendono femore allungabile a 19,90€.

  27. aldo scrive:

    concordo con thefinalcut. c’e’ piu’ belvedere in un centro commerciale che su feisbuc.

  28. integratore scrive:

    La foto è stupenda, non ho parole

Lascia un Commento